Le parole che Uniscono

Seminario di Patrice Ellequain

 

 

Abbiamo sempre creduto e fatto di tutto per provare che in ogni disaccordo o conflitto c’è un buono e un cattivo, un innocente e un colpevole, uno che ha ragione e uno che ha torto, e, in generale, il buono, l’innocente, colui che ha ragione, siamo noi!

Per di più, quando questa idea si combina con alcuni pensieri inconsci sulla vita (come “La vita è ingiusta”, “La vita è sofferenza”), avremo tendenza a confermarla e a vivere l’ingiustizia e la sofferenza nei nostri rapporti, con tutte le conseguenze indesiderate.

 

In questo seminario, dove la teoria e la pratica ludica si combinano armoniosamente, tratteremo i seguenti argomenti:

– Disinnescare le fonti e la paura del conflitto, per scioglierlo – Non sono io, è lui (è lei)!

– Posizionarsi nel dialogo e fare rispettare il proprio spazio

– Capirsi per capire meglio l’altro

– Comprendere per essere compreso

– Non invitare più il passato nel presente

– Esprimere il proprio disaccordo, sentendosi ascoltato e rispettato

– Cosa cambiare per sbloccare il conflitto

– “Non sono mai in conflitto per la ragione che immagino!”

– Liberarsi dal bisogno di riconoscimento e di difesa del proprio territorio

– Capire cosa vive l’altro, i suoi sentimenti e i suoi bisogni

– Integrità della comunicazione con i propri valori

– Una comunicazione sempre adattata alle circostanze e al contesto

– Comunicazione e autostima

– La pratica della verità … sogno o realtà?

– Mettere le proprie emozioni al servizio della propria comunicazione

– Essere felice o avere ragione?

– Trovare la fiducia nella propria comunicazione per dire… “Le parole che uniscono e vivere il piacere della condivisione”.

Sono previste tre sessioni di Rebirthing di gruppo.

 
 

Tutti i seminari di 3 giorni iniziano alle ore 18.00 del venerdì

Inserisci i tuoi dati per ricevere informazioni su come partecipare al Seminario.