Il Rebirthing, un Acceleratore di Felicità!

Seminario di Patrice Ellequain

Il Rebirthing utilizza il respiro come acceleratore di accesso alle informazioni del nostro inconscio che non si possono raggiungere con la sola memoria. Uno dei più grandi meriti del Rebirthing è aver compreso la forte influenza che il periodo pre e perinatale ha sul funzionamento dell’essere umano, creando efficaci tecniche grazie alle quali è possibile intervenire sulle sofferenze o disfunzioni che si sono formate in queste delicate fasi e che continuano a condizionare e limitare la nostra vita.

Il respiro gioca una funzione essenziale nella nostra vita: solo il 10% degli scarti dell’organismo è eliminato attraverso l’intestino e la vescica, il 20% viene filtrato dalla pelle e ben il 70% si elimina respirando. Si capisce, di conseguenza, quanto sia importante avvicinarsi ad una maggiore padronanza del proprio respiro, oltre che per detossificare il corpo e raggiungere una maggiore chiarezza di pensiero, anche per eliminare i blocchi emozionali che ci impediscono di vivere una vita più appagante e a immagine dei nostri desideri profondi.

Il seminario « Il Rebirthing, un Acceleratore di Felicità! » si propone di fare delle proprie emozioni un alleato del nostro cammino di vita, e di imparare a vivere il nostro respiro con più ampiezza e piacere, come accesso intimo diretto a se stessi e a un senso profondo di felicità.

Svilupperemo la nostra intelligenza emozionale con piacere e serenità attraverso presentazioni, giochi, condivisioni, esercizi, visualizzazioni e due sedute di Rebirthing.

Avremo l’occasione di:

– Conoscere i concetti principali e le finalità con cui opera il Rebirthing

– Studiare le basi della Psicologia pre e perinatale

– Migliorare il nostro rapporto con le emozioni

– Accedere a percezioni più benevole di noi stessi e del mondo in cui viviamo

– Individuare la fonte dei risultati indesiderati della nostra vita

– Darci i mezzi per avere risultati più coerenti con le nostre aspirazioni

– Scoprire strumenti per riconciliarsi con il proprio passato

– Mettere in accordo i nostri pensieri con la nostra visione spirituale

– Sentire quanto il Rebirthing possa essere un fantastico acceleratore di felicità

In questo weekend sarà possibile trovare risposte semplici e giuste ai complessi problemi nei quali siamo immersi da tempo.

La partecipazione a questo seminario dà accesso al secondo modulo del percorso formativo della Scuola di Rebirthing di Patrice Ellequain, ma è aperto a tutti coloro che non conoscono ancora il Rebirthing e desiderano acquisire uno strumento valido ed efficace per fare un cammino verso la conoscenza di Sé.

_

Tutti i seminari di 3 giorni iniziano alle ore 18.00 del venerdì

Cosa dice chi ha partecipato al Seminario

“Amo molto la dolcezza e la pacatezza con cui Patrice ci invita a prendere la vita. Un abbraccio.”
Laura M.

“Sono arrivata qui senza aspettative, curiosa, aperta a tutto, anche un po’ scettica, perché continuavo a paragonarlo con i percorsi che ho fatto fino ad ora. Da subito ho sentito di essere nel posto giusto e che tutto quello di cui si parlava mi risuonava profondamente. Mi sono sentita a casa. L’esperienza della respirazione oggi mi ha lasciato in pace, ha dato tanta fiducia in me ed in quello che posso e voglio fare. Grazie.”
Giada C.

“Mi porto a casa la chiave musicale per riconoscere e pulire le mie paure. Ho più consapevolezza del respiro circolare: strumento fondamentale per scalfire le mie incapacità. Mi sento più felice e gioiosa e più capace. Grazie.”
Marina C.

_

Inserisci i tuoi dati per ricevere informazioni su come partecipare al Seminario.

Testimonianze

“Vi ringrazio per aver organizzato e diretto questo seminario, ho potuto riconoscere e lasciare andare alcuni pensieri limitanti che avevo ed ho sempre avuto… Certamente ho potuto notare quanto il Rebirthing sia uno strumento valido, che può essere praticato più  frequentemente per crescere e per rifiorire.”
Ginevra S.

Ho trovato il corso molto interessante, sono stati spiegati dei concetti che desidero approfondire. La scoperta è stata toccare con mano la potenza del respiro, anche se sono ancora all’inizio, ma la sensazione di serenità e di leggerezza che ho provato, non la sentivo da tempo. Inoltre, la cosa più importante, è sicuramente il senso di accoglienza e di dolcezza che ho trovato e la forza della condivisione con le altre persone. Dal punto di vista personale e anche emozionale sono arricchita. Grazie.”
Eleonora R.

“Quello che è il Rebirthing regala me tuttora e mi ha regalato negli anni precedenti, non è solo una piacevole scoperta o un semplice beneficio, ma molto di più. Sono felice di essere qui in questo seminario, dove Patrice si è, ancora una volta, mostrato a me come un riferimento ed esempio da seguire Grazie quindi per avermi dato, con la scuola a Roma, questa possibilità e grazie ai sorrisi e alla gentilezza di Monica e Martina, anime affini.”
Eleonora P.

“Esperienza molto chiara e semplice su come poterle trasformare le mie esperienze e le credenze limitanti in potenzianti. Molto  interessanti gli argomenti trattati sulla spiritualità.”
Stefano P.

“Qualcosa è successo di molto potente. E comunque di diverso da tutte le altre esperienze di conoscenza di me stessa fatte finora. Conto di continuare il cammino per tacitare i miei demoni.”
Wanda M.

“Per me è stata la prima esperienza di questo genere, non solo nel Rebirthing. Sono stato combattuto fino all’ultimo minuto se partecipare o meno. Ero interessato ma sospettoso, quasi diffidente. Ho deciso quindi di partecipare l’ho fatto con curiosità, apertura, fiducia. Tutte e tre le aspettative sono stata in questi due giorni ripagati appieno. Sono stato accolto con calore, quasi fosse un amico di sempre. Mi sono aperto alla condivisione e mi sono sentito bene… I dubbi personali sono stati affrontati con molto tatto, delicatezza, ma soprattutto grande professionalità. Ciò rinforzato in me la fiducia verso l’organizzazione e il gruppo.”
Luca G.

“Questo fine settimana ho avuto la conferma del fatto che avvicinarmi senza aspettative e aperto a tutto ciò che di buono doveva arrivarmi fosse la cosa giusta da fare. Ho potuto individuare il problema che mi trascinavo da sempre e anche la soluzione a questo problema. Voglio continuare.”
Alessandro B.